Coppe europee: i nostri avversari

Ci siamo: finalmente dopo feste, pause e campionato, tornano le Coppe Europee

E, pur saltando subito all’occhio un roboante PSG – Real Madrid di Champions League, non possiamo non andare a scoprire segreti ed armi delle squadre che affronteranno le nostre compagini nazionali in questo primo round europeo.

 

Europa League

 

Borussia Dortmund.

Un nome, una garanzia. Ma, di fatto, ai gialloneri di Dortmund, avversari della nostra Atalanta, è rimasto solo il nome. Dopo anni sulla cresta dell’onda, in Germania e in Europa (ottenendo anche una finale di Champions League), il BD si trova quest’anno a gareggiare in Europa League, mentre in patria sta lottando per posizioni molto nobili e d’alta quota, trovandosi ora in terza posizione … ma a distanze siderali dagli odiati rivali del Bayern. Oltretutto, dopo gli addii eccellenti di questi anni (Lewandowski, Mkhitaryan, Gotze) da qualche giorno ha abbandonato la compagine anche Aubameyang, in direzione Londra sponda Gunners. E, per non farsi mancare nulla, il Borussia deve fare i conti anche con il nuovo infortunio accorso a Reus.

Possibilità per l’Atalanta di passare il turno?  50%

 

Ludogorets.

Mina vagante da qualche anno dei tornei europei, la squadra bulgara si conferma anche quest’anno come possibile sorpresa del torneo. In Bulgaria è ormai sfida a due con il CSKA Sofia, e l’impressione generale è che la società dia priorità propria al torneo nazionale. Decisamente sfortunati a beccare il Milan, che non sarà di certo il Diavolo di sacchiana o ancelottiana memoria, ma è pur sempre il Milan. La differenza tecnica c’è ed è palpabile. Il Ludogorets dovrà sperare in un autentico suicidio sportivo dei rossoneri.

Possibilità per il Milan di passare il turno?  85%

 

Steaua Bucarest

Mai scherzare troppo con la Steaua. Diventata ormai esperta della ex Coppa Uefa, si è rivelata negli anni un pessimo cliente per i suoi avversari, proponendo in ogni match un gioco fisico e battagliero. In patria, in Romania, è scontro a due con il Cluj, e la sensazione è che questo duello possa continuare fino alla fine. Tutto questo non può e non deve spaventare la Lazio che, come il Milan, si avvicina a questo match con i favori del pronostico. Sarà molto importante contenere i furiosi attacchi rumeni a Bucarest, all’andata, per poi giocarsela con tutte le forze a Roma.

Possibilità per la Lazio di passare il turno?  80%

 

Red Bull Lipsia

Vera e propria incognita per il Napoli, che se la dovrà vedere con una squadra giovanissima e misteriosa. Dopo l’acquisto del Club da parte della potentissima Red Bull, la squadra punta a diventare partecipante fisso delle competizioni Europee. Non è andata molto bene la campagna in Champions League, e in Germania la squadra si piazza per ora al secondo posto, lontanissima dal Bayern -ma chi non lo è- in un gruppo di  6-7 squadre in lotta per posizioni europee. Insomma una vera e propria ascesa per il Lipsia che, parola dei neo proprietari, ha sogni di gloria molto ambiziosi.

Questo però non può impensierire il Napoli dei record, che quest’anno sta tenendo testa alla Juventus per la conquista dello scudetto. Qualche piccola incognita, però, c’è. Quanta energia hanno ancora i  ragazzi di Sarri? E’ possibile che la voglia di successo in campionato offuschi i sogni europei del Napoli, come successo in Champions League?

Possibilità per il Napoli di passare il turno?  75%

 

Champions League

 

Tottenham

Non hanno certo bisogno di presentazioni gli Spurs di Londra. Da tre anni a questa parte, il Tottenham di Mauricio Pochettino sta sorprendendo un po’ tutti. In patria, nella Premier League inglese, solo il leggendario Leicester di due anni fa e il fortissimo Chelsea di Antonio Conte dell’anno scorso hanno impedito agli White Boys di Wembley di alzare il titolo. Ma la novità assoluta è la forza degli Spurs in Europa quest’anno. Sbattuto fuori dalla competizione il Dortmund, ridotto al secondo posto il campione in carica Real Madrid;  Not bad. Decisamente poco fortunati nell’urna di Nyon però. Sulla strada dei ragazzi di Pochettino c’è la Juventus, campione d’Italia e finalista di Champions.

Il Tottenham non ha certo l’appeal e la storia delle super potenze blasonate europee; ma un girone di Champions così duro vinto in maniera così convincente … la presenza del terribile Harry Kane (attaccante con la media gol più alta d’Europa) unita coi vari Dele Alli, Eriksen, Llorente, Vertonghen … tutto questo deve imporre la massima cautela ai bianconeri.

Possibilità per la Juventus di passare il turno?  65%

 

Shakhtar Donetsk

Dopo essersi sbarazzati del Napoli, lo Shakhtar trova un’altra italiana sulla sua strada: la Roma di Eusebio Di Francesco. In Ucraina gli arancio-neri stanno combattendo con gli odiati rivali della Dinamo Kiev per il titolo; ma questo non deve trarre in inganno. I Campioni d’Ucraina in carica sono ormai habitué dei palcoscenici europei, abituati a gareggiare quindi su più fronti. La squadra, nel suo gioco, propone un calcio davvero ben poco europeo e molto brasiliano. Sarà per la presenza di ben 10 sudamericani in rosa, ma una cosa è certa: è una squadra da prendere con le pinze. Inoltre, lo Shakhtar trova sulla sua strada una Roma molto diversa da quella di novembre, quando i giallorossi sorpresero tutta Europa andandosi a piazzare al primo posto, costringendo i Blues di Conte al secondo posto e facendo retrocedere in Europa League l’Atletico di Simeone. La Roma attuale invece sembra aver perso gran parte della fiducia e del gioco spettacolare degli scorsi mesi, manifestando una vera e propria aridità in attacco. Ma, con la permanenza nella Capitale di Dzeko e Nainggolan, i giallorossi partiranno comunque coi favori del pronostico.

Possibilità per la Roma di passare il turno? 65%

 

Come vedete, buone chanches per le italiane. Staremo a vedere.

Buona settimana di Coppe a tutti!

Giacomo Novelli