Giuseppe Mazzini: «La famiglia come tempio della Patria»

L’importanza della famiglia e dei legami di sangue era estremamente importante per Giuseppe Mazzini. È nella famiglia che si forma l’individuo, è nel legame con i propri cari che vengono messe alla prova le qualità dei singoli. I legami di sangue sono indissolubili, vanno sempre tenuti forti e saldi. «Amate i parenti. La Famiglia che procede da voi non vi faccia mai dimenticare la famiglia dalla quale procedete. Pur troppo sovente i nuovi vincoli allentano gli antichi, mentre non dovrebbero essere se non un nuovo anello nella catena d’amore che deve annodare in uno tre generazioni della Famiglia. Circondate d’affetti teneri e rispettosi sino all’ultimo giorno le teste canute della madre, del padre. Infiorate ad essi la via della tomba. Diffondete colla continuità dell’amore sulle loro anime stanche un profumo di fede e d’immortalità. E l’affetto che serbate inviolato ai parenti vi sia pegno di quello che vi serberanno i nati da voi.

Parenti, sorelle e fratelli, sposa, figli, siano per voi come rami collocati in ordine diverso sulla stessa pianta. Santificate la Famiglia nell’unità dell’amore. Fatene come un Tempio dal quale possiate congiunti sacrificare alla Patria. Io non so se sarete felici; ma che così facendo, anche di mezzo alle possibili avversità, sorgerà per voi un senso di pace serena, un riposo di tranquilla coscienza, che vi darà forza contro ogni prova, e vi terrà schiuso un raggio azzurro di cielo in ogni tempesta.»

Tratto da (Giuseppe Mazzini, Doveri dell’Uomo, cap. VI)

Alessio Melita