Governo Giallo-Rosso: possibili scenari di alleanze tra M5S e Sinistra

Le larghe intese sono una costante dello scenario politico. Soprattutto in Italia. Dai tempi dell’antica Repubblica Romana arrivando ai Savoia, il trasformismo politico ha caratterizzato importanti personaggi della nostra storia. Dal Triumvirato Pompeo-Cesare-Crasso al Camaleontico De Pretis, da Giolitti alla DC. Compromessi trovati per perseguire uno scopo e tutelare determinati interessi. Il governo giallo rosso costituirebbe un unicum politico nella storia del nostro paese. Non avremmo un governo tirato PER il paese, ma sarebbe un governo CONTRO il paese. Perché il Paese, numeri alla mano, sta con Salvini e l’unico motivo di vita di un eventuale governo M5S-PD-LEU sarebbe quello di evitare le elezioni. Elezioni che vedrebbero sorgere una maggioranza Lega-FDI, lo scenario peggiore per i grillini e la Sinistra. Dunque si prosegue con la strada dell’accanimento terapeutico per tenere in vita questa legislatura e guadagnare tempo. Nel mentre, se possibile, si cerca di fare terra bruciata per sabotare l’azione di un futuro probabile governo di centro destra: elezione di un Presidente della Repubblica di sinistra, riapertura dei porti, riforme economiche anti sovraniste, disarmo delle forze di sicurezza ed aumento della sudditanza all’Europa. Questa legislatura ha ancora 2 anni di vita; 2 anni possono essere davvero lunghi. Due anni possono essere utili per distruggere il paese e lasciare delle macerie fumanti quando, in caso di vittoria alle elezioni del 2022, l’armata leghista prenderà il potere in Italia. Sulle macerie non si può costruire, le forze sovraniste troverebbero una situazione estremamente compromessa e non potrebbe agire con efficacia. Poco importa se PD e 5 Stelle ci perderanno la faccia a livello politico in questa operazione, a livello di tempo verrà guadagnata un altra intera legislatura di tempo per organizzare il piano d’attacco contro le forze sovraniste che nel mentre si ritroveranno impantanate in una situazione ormai compromessa a livello politico, sociale ed economico.

Alessio Melita