L’importanza del successo di AFD in Germania

Per la prima volta dopo 70’anni in Germania torna a spirare un vento nazionalista. Il 14% di AFD e l’enorme avanzata della destra in Germania mette in crisi la grosse koalition, gli equilibri politici esistenti sono destinati ad essere scoinvolti. L’esistenza di un movimento che propone un minimo di amore per la nazione, una decisa critica all’immigrazione, una severa condanna al mondialismo e che vuole sostituire le solite gite ad Auschwitz con visite nei luoghi simbolo della nazione tedesca. Il fatto che esista un movimento come questo nella Germania antifascista e socialdemocratica della merkel è impressionante, una ventata d’aria fresca per i nazionalismi europei. Purtroppo il boom della destra radicale lascia scontente le varie anime della destra italiana. Troppo moderato per alcuni, troppo estremista per altri, troppo filo israeliano e gay friendly per alcuni, troppo antisemita e razzista per altri… Ci si rifiuta di vedere il lento risveglio nazionalista dei popoli europei, si preferisce perdersi in discorsi stupidi ed astratti lontani dalla sfera politica quotidiana. Parlare di strategia e geopolitica senza avere la cognizione di quello che succede nel cortile di casa nostra è stupido.

Alessio Melita