Mosca, Decisivo l’incontro tra Putin e Netanyahu

Non sono stati resi noti molti dettagli riguardo all’incontro tra Vladimir Putin e Benjamin Netanyahu”, dove i due avrebbero discusso riguardo a questioni di cooperazione militare in Siria e l’influenza iraniana sulla regione.

Il presidente russo e il primo ministro israeliano si sono incontrati al Museo Ebraico e Casa della Tolleranza di Mosca, dove si è anche tenuto un importante evento sulla Giornata della Memoria e sulla liberazione di Stalingrado.

I due hanno visto la presentazione del film in uscita, “Soibor”, su un’importante rivolta riuscita in un campo di sterminio, e la dimostrazione organizzata dal museo. A seguito di tutto ciò, i due hanno parlato a porte chiuse.

“Putin e Netanyahu hanno discusso riguardo a importanti questioni bilaterali e regionali, come la riconciliazione tra Russia e Siria”, ha dichiarato Yuri Ushakov, portavoce di Putin.
Il Congresso Nazionale del Dialogo sulla Siria, attualmente in corso a Sochi, è stato anche tra gli argomenti discussi, ha detto il funzionario, senza fornire alcun dettaglio.

L’anziano funzionario israeliano Ze’ev Elkin, che è venuto a Mosca insieme a Netanyahu, ha detto che l’incontro tra i due leader è stato “molto fruttuoso” ed è “durato più a lungo di quanto previsto”.
Gli incontri tra Putin e Netanyahu hanno “contribuito notevolmente alla sicurezza del nostro paese ,” Ha aggiunto.

Il Congresso nazionale di dialogo siriano, attualmente in corso a Sochi, è stato anche tra gli argomenti discussi, ha detto il funzionario, senza fornire alcun dettaglio.

Il primo ministro israeliano ha evidenziato alcuni degli argomenti discussi con Putin in una dichiarazione registrata pubblicata su Twitter. Netanyahu ha detto che ha detto al presidente russo delle sue preoccupazioni sui “tentativi iraniani di creare basi militari in Siria” e sui presunti tentativi di Teheran di collocare “armi ad alta precisione” in Libano per colpire Israele.
Tel Aviv si oppone fermamente a tali azioni e agirà da sola se la comunità internazionale non gestirà la questione, ha avvertito Putin.
La reazione del presidente russo a queste” affermazioni, tuttavia, è rimasta un mistero.

Fonte: Articolo tratto e tradotto da Russia Today