Roma, 5 Stelle: “Sgomberare sede di Casapound”. Chiaraluce: “Difenderemo la Torre”

L`immobile occupato da Casapound in via Napoleone III a Roma è nella lista degli sgomberi del Viminale. Nel foglio di convocazione del comitato metropolitano che si svolgerà questa mattina nella sede della Prefettura di Roma, racconta oggi Simone Canettieri sul Messaggero, ci sono tre palazzi occupati da sgomberare. Tre priorità, tra cui rientra la sede del movimento di destra.

Nella lettera firmata dal prefetto della Capitale, Paola Basilone, e dal sindaco Virginia Raggi, c’è scritto: «Sgombero immobile di proprietà dello Stato in via Napoleone III». E cioè la sede di Casapound, nel cuore del quartiere Esquilino.

 

Dura la replica di Carlotta Chiaraluce su Facebook:

“Per la magistratura, la prefettura e per il Comune di Roma la priorità non è sgomberare la ex Colonia Vittorio Emanuele ad Ostia occupata, da più di 15 anni, da centinaia di clandestini a cui il Comune di Roma paga luce e acqua e nella quale ogni volta c’è un blitz, delle forze dell’ordine, si rinvengono quantitativi massicci di droga e contanti per migliaia di euro.

No, non è questa la priorità.

La priorità è minacciare di sgomberare CasaPound e le venti famiglie in emergenza abitativa che da 14 anni vivono in quello stabile.

Ve la state facendo sotto perché oramai siete consapevoli che stiamo arrivando.
La nostra TORRE non ce la leva nessuno.”